A cura del Dott. Attanasio
Iscritto all’Ordine dei Medici di Roma – Posizione M47848

Home Forums Ipoacusia Ipoacusia e protesi

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Dott. Attanasio 2 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4271

    Gaetano Rizzo
    Partecipante

    Gentile dottor Attanasio, è la prima volta che scrivo su questo forum. Mi chiamo Gaetano e sono di Napoli. Soffro di acufeni ad entrambi gli orecchi da circa quattro mesi, anche se al sinistro è continuo e più forte mentre al destro è molto più tenue e discontinuo. Ad aprile feci un esame audiometrico riuscendo a scoprire la causa del mio acufene. Si tratta in pratica di ipoacusia o perdita uditiva all’orecchio sinistro. Il destro è quasi normale. Il mio audiologo mi ha consigliato una protesi la quale coprirebbe il mio lieve gap uditivo all’orecchio e nello stesso tempo maschererebbe l’acufene. Nel frattempo comunque sto seguendo una terapia farmacologica consigliatami dal mio medico di base e cioè quella di assumere la paroxetina. Essendo purtroppo predisposto alla depressione, tutto ciò non ha fatto altro che peggiorare il mio acufene. In più mi sto sottoponendo anche alla TRT servendomi del sound ball anche se mi crea problemi quando devo addormentarmi. Spero di superare presto questo problema. Lei cosa ne pensa di questo mio percorso? Vorrei un suo consiglio a riguardo. La protesi potrà recarmi dei reali benefici? Sinceramente non vedo l’ora che arrivi perché sapendo che non solo potrò sentire meglio, ma che lo stesso acufene potrà essere mascherato, mi rende molto felice. Non le nego che la cosa sta diventando invalidante. La notte dormo poco e di giorno sono veramente a terra. In più devo combattere con una forte ansia.
    In attesa di una sua risposta la saluto cordialmente.

    #4278

    Dott. Attanasio
    Moderatore

    Se l’acufene è legato alla perdita uditiva certamente l’uso di un apparecchio acustico tipo open l’aiuterà a ridurre l’intensità dell’acufene. L’arricchimento sonoro diurno e notturno è giusto così come la terapia farmacologica. Quindi direi proprio che al momento sta facendo tutto ciò che è corretto.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.